Condizioni generali di vendita

Home Condizioni generali di vendita
1. OFFERTA E STIPULA
Le forniture si effettueranno esclusivamente sulla base delle presenti condizioni generali di contratto.
Il committente accetta, senza riserva alcuna, tutte le sotto indicate condizioni di vendita in vigore al momento in cui sottoscrive l’ordine. Eventuali
deroghe devono essere confermate per iscritto dalla venditrice.
 

2. CONDIZIONI DI FORNITURA - TEMPI DI CONSEGNA – CAUSE DI FORZA MAGGIORE -PASSAGGIO DEL RISCHIO

2.1 Trasporto
La merce viaggia esclusivamente a rischio e pericolo del committente. Per ordini con imponibile inferiore ad € 800,00 (euroottocento//00)
il contributo per le spese di trasporto è di € 18,00 (eurodiciotto//00); per gli ordini “Italia Isole” sarà aggiunto un contributo fisso di € 20,00
(euroventi//00). Il minimo fatturabile è di € 300,00 (eurotrecento//00).
 
2.2 Tempi di consegna e cause di forza maggiore e/o di eccesiva onerosità.
I tempi di consegna non sono vincolati e sono subordinati alla eventualità di imprevisti causati da forza maggiore. In tali casi, la venditrice si
riserva di sospendere e/o annullare la fornitura stessa con la semplice comunicazione della sopravvenienza di tali circostanze.
Il committente è consapevole che fra le cause di forza maggiore suscettibili di configurare un’ipotesi di impossibilità o eccessiva onerosità
sopravvenuta potranno essere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo (e quindi senza pretesa di esaustività dell’elenco che segue): scioperi,
impossibilità per qualsivoglia ragione di effettuare i trasporti, penuria di materie prime, aumenti dei costi delle materie prime, dei noli, dei
combustibili, dell’energia, onerosa la produzione o la consegna, etc.
Sono, pertanto, escluse eventuali penali o richieste di risarcimento danni per il superamento dei termini di consegna e/o per l’annullamento
dell’ordine.
 
2.3 Passaggio del rischio
Il rischio connesso col trasporto della merce si trasferisce al committente al momento in cui la merce abbandona il deposito del venditore.
 
3. VUOTI A RENDERE (PALLETS, CASSE)
Ove la merce venga fornita su pallet o in altro imballaggio a rendere, l’imballaggio stesso verrà addebitato in fattura. I relativi importi verranno poi
rimborsati alla restituzione degli imballaggi con una nota di accredito, diminuiti di un importo forfetario del 10% del valore di vendita dei pallets e
del 5% del valore di vendita delle casse. La restituzione degli imballaggi è di competenza del committente e va effettuata a sue spese. Trascorsi
sei mesi dalla data di consegna, gli imballaggi non verranno più accettati in restituzione.
 
4. PREZZI, PAGAMENTI, RISERVATO DOMINIO e PENALE
I Prezzi sono quelli indicati nei listini della venditrice in vigore al momento della sottoscrizione e del conferimento dell’ordine.
I termini di Pagamento vanno concordati con la venditrice.
Eventuali contestazioni formulate per qualsivoglia motivo non autorizzano il committente a sospendere i pagamenti. La mancata effettuazione di
un pagamento, anche parziale, entro i termini concordati autorizza la venditrice a sospendere senza preavviso ogni consegna, anche se già in
corso ed anche se non direttamente connessa col contratto non onorato.
In caso di ritardo nei pagamenti, il committente autorizza espressamente la venditrice a ritirare tutto il materiale consegnato.
Anche se non espressamente specificato nella conferma d’ordine, la fornitura si deve intendere sempre eseguita con patto di riservato dominio.
Pertanto, la proprietà dei prodotti resta in capo alla venditrice sino a che il committente non abbia corrisposto l’intero prezzo pattuito.
In caso di ritardo nei pagamenti, verrà addebitato l’interesse pari al “PRIME RATE” maggiorato di due punti sino al giorno dell’accredito valuta a
favore della venditrice.
 

5. ADEGUAMENTO PREZZI


Il committente riconosce alla venditrice il diritto di aumentare i prezzi concordati nel presente contratto, ove dopo l’accordo e prima della consegna
ovvero nel corso di essa si verifichino incrementi nei costi della manodopera, delle materie prime, dei carburanti/combustibili, dell’energia
elettrica, dei trasporti o di altre voci di costi incidenti sulla fornitura dei materiali. L’adeguamento prezzi è ammesso se la variazione dei prezzi è
stata superiore al 3% rispetto al mese precedente. Strumento di riferimento per l’adeguamento è l’elenco dei prezzi all’ingrosso (settore materiali
edili) della Camera di commercio della Provincia di Bari. L’adeguamento dei prezzi tiene conto dell’intero incremento degli stessi, compreso il
margine del 3% entro il quale non si effettua alcun adeguamento.


6. RECLAMI


6.1 Reclami
All’atto della consegna della merce il committente deve sottoscrivere la relativa documentazione accompagnatoria. Tale firma ha l’effetto
contrattuale di un’accettazione della merce, ossia dell’attestazione dell’avvenuta verifica della qualità e della quantità di merce presa in carico.
Eventuali contestazioni della merce consegnata per vizi palesi vanno comunicate al vettore, all’atto di ricevimento della stessa, a pena di
decadenza, e vanno descritte nella bolla di accompagnamento; le contestazioni per vizi occulti vanno comunicate, sempre a pena di decadenza
entro e non oltre otto giorni dalla data riportata sulla documentazione accompagnatoria, per iscritto alla venditrice. Piccole differenze nelle
misure, nel peso e nel colore della merce non giustificano contestazioni o richieste di risarcimento.
Le contestazioni saranno comunque respinte se:
- non verranno comunicate entro il termine previsto;
- non saranno state rispettate le condizioni di pagamento;
- la merce risulterà esser stata impiegata in maniera non corretta;
- la merce risulterà esser stata impiegata per scopi diversi da quelli specificati nell’offerta;
- la merce contestata sarà stata egualmente utilizzata o posta in opera.
La contestazione del committente si intenderà definitivamente respinta o comunque archiviata ove lo stesso non prenda posizione per iscritto
entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione scritta di respingimento della sua contestazione.


7. FORO COMPETENTE


7.1 Per qualsiasi controversia sarà competente in via esclusiva il Foro di Bari, sezione distaccata di Altamura, con espressa preventiva rinuncia
a qualsiasi ulteriore competenza.
A norma degli articoli 1341 e 1342 del Codice Civile, il sottoscritto committente dichiara di aver preso specifica, precisa e dettagliata visione, previa
attenta lettura e comprensione, di tutte le disposizioni del presente contratto qui di seguito riportate: 1. Offerta e stipula; 2. Condizioni di fornitura – Tempi
di consegna – Passaggio del rischio – Cause di forza maggiore; 3. Vuoti a rendere (pallets, casse); 4. Prezzi, pagamenti, Riservato Dominio e Penale; 5.
Adeguamento prezzi; 6. Reclami; 7. Foro competente, e dichiara espressamente di approvarle.

Our partners